Ungheria, licenziato il direttore del Museo Nazionale per violazione della Legge anti-LGBTQ

Ungheria, licenziato il direttore del Museo Nazionale per violazione della Legge anti-LGBTQ

Il Ministro della Cultura ungherese ha licenziato – con effetto immediato – Laszlo L. Simon direttore del Museo Nazionale

Il licenziamento è stato motivato con la violazione della Legge anti-LGBTQ che vieta di mostrare contenuti LGBTQ ai minori. E l’accusa sarebbe di aver permesso l’ingresso ai minori di 18 anni alla mostra “World Press Photo” dove sarebbero state visibili delle foto di carattere LGBTQ della fotoreporter Hannah Reyes Morales.

Ungheria, divieto ai minori al World Press Photo perché presenti foto LGBTQ

Attraverso la sua pagina Facebook, l’ormai ex direttore del Museo Nazionale Laszlo L. Simon ha confermato il suo licenziamento ma al tempo stesso ha negato che il Museo – da lui diretto – avesse deliberatamente violato la Legge anti-LGBQT. Affermando tra l’altro che il personale del Museo non era autorizzato a controllare i documenti dei visitatori, quindi l’applicazione del divieto di accesso ai minori di 18 anni non era eseguibile.

Texas, incostituzionale Legge contro gli spettacoli drag queen

Questa decisione ha sollevato molte preoccupazioni in merito alla libertà di stampa e alla – continua – discriminazione della comunità LGBTQ da parte dello Stato ungherese.

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.