Regno Unito, la banconota ‘Alan Turing’

Regno Unito, la banconota ‘Alan Turing’
Regno Unito, la banconota ‘Alan Turing’

La Bank Of England ha reso pubblico il prototipo della nuova banconota dedicata al matematico Alan Turing

Dal 23 giugno prossimo entrerà in circolazione la nuova banconota da 50 sterline che avrà (oltre all’effige della Regina Elisabetta II) il volto del matematico inglese Alan Turing, pioniere dell’informatica e dell’intelligenza artificiale. L’uomo che durante la Seconda Guerra Mondiale riuscì a codificare ‘Enigma’, la macchina nazista per le comunicazioni cifrate. Una scoperta di grande aiuto nella sconfitta della Germania Nazista e di Adolf Hilter.

A fine luglio 2019 la Bank Of England e il Governo di Londra decisero di sostituire la vecchia banconota da 50 sterline che ritraeva Matthew Boulton e James Watt. Sul tavolo tre possibilità: una scienziata donna, Stephen Hawking e Alan Turing. Alla fine la scelta cadde su quest’ultimo. Alan Turing è la prima personalità dichiaratamente gay ad apparire su una banconota britannica.

Leggi anche >>> Turing e la Gran Bretagna omofoba

Il matematico Turing nasce a Londra nel 1912 e nonostante il suo genio, ebbe una vita difficile. Come detto in precedenza Turing è considerato uno dei più geniali matematici della sua generazione. Al termine della Seconda Guerra Mondiale, nonostante il suo ruolo decisivo per la vittoria fu messo al bando dalla società britannica perché gay.

Nel 1952 fu arrestato e processato con l’accusa di omosessualità, illegale nel Regno Unito. Condannato, gli fu fatto scegliere tra il carcere (2 anni) e la castrazione chimica. Lui scelse quest’ultima e per 1 anno si sottopose al trattamento che gli procurarono un calo del desiderio e una forma di ginecomastia (sviluppo del seno).

L’8 giugno 1954 si tolse la vita a soli 42 anni.

Leggi anche >>> Legge Turing “grazia” per i gay condannati

Il 10 settembre 2009, dopo 57 anni dal suo suicido, il Governo britannico e il Primo Ministro dell’epoca, Gordon Brown chiese scusa ai cittadini gay per l’omofobia di Stato e riconoscendo che Alan Turing fu oggetto di trattamenti criminali e omofobi. Nel 2012 gli fu dedicato un francobollo e l’anno successivo, la Regina Elisabetta II (23 dicembre) gli concesse la grazia postuma.

Leggi anche >>> “Mentre l’Inghilterra dorme” di David Leavitt

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.