Orrore nel Mediterraneo Corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato nelle coste libiche

Orrore nel Mediterraneo Corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato nelle coste libiche
Orrore nel Mediterraneo Corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato nelle coste libiche

Orrore nel Mediterraneo Corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato nelle coste libiche. Il genocidio dei migranti nel Mediterraneo non conosce paura, neppure per la pandemia da Covid19.

Quattro giorni fa un barcone si è rovesciato nelle acque libiche causando la morte di 12 persone tra cui 2 bambini.

A distanza di qualche giorno da quella tragedia, il quotidiano La Repubblica riporta la drammatica notizia confermata dalla Mezza Luna Rossa del ritrovamento sulla spiaggia di Sorman (Libia) il corpicino di una bambina di 5 mesi. Una delle due piccole vittime del naufragio.

Una tragedia nella tragedia.

Il giorno prima un altro naufragio nelle vicinanze delle coste tunisine che ha registrato un bilancio di 60 morti.

I viaggi e le morti della disperazione proseguono senza che l’Unione Europea decida di agire concretamente per fermar questo genocidio e aiutare queste persone che fuggono dall’inferno alla ricerca di una vita normale, al di là del mare.

Suggerisci una correzione

RISCATTI by A.J.Reed
Trama:
Amore e Odio. Vita e Morte. Omosessualità e Omofobia. Queste le parole chiavi del romanzo di “RISCATTI”. Stati Uniti d’America. Il fanatismo razziale di un’associazione statunitense sconvolgerà le vite di un gruppo di amici portandoli a confrontarsi con il loro lato oscuro. Un fanatismo che condurrà un padre a desiderare la morte del suo stesso figlio, ritenuto “contro natura”. L’amore di due giovani ragazzi, spezzato dall’omofobia, riuscirà nella sua tragedia a riscattare uno dei loro aguzzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.