Lo Stato del Montana (Usa) vieta il cambio dei certificati di nascita ai cittadini transgender

Lo Stato del Montana (Usa) vieta il cambio dei certificati di nascita ai cittadini transgender
Lo Stato del Montana (Usa) vieta il cambio dei certificati di nascita ai cittadini transgender

Il Governatore repubblicano del Montana, Greg Gianforte continua la sua crociata contro la comunità transgender

A maggio 2021 l’approvazione della contestata ‘Save Women’s Sport Act’. Una Legge che vieta la partecipazione nello sport di squadra –e non solo- da parte delle ragazze e donne transgender.

Peppa Pig e la prima famiglia Arcobaleno

E sempre in quell’anno –non ancora contento- introdusse nuovi ostacoli alla comunità transgender, obbligandoli a presentare un ordine al tribunale che ne accertasse l’avvenuto intervento chirurgico per il cambio di genere.

Adesso –dal 9 settembre scorso- sarà impossibile per i cittadini transgender di cambiare legalmente la propria identità di genere.

I certificati di nascita potranno essere modificati solo in determinate situazioni come ad esempio in caso di ‘errore di inserimento dati’.

UK la nuova premier Liz Truss e la comunità LGBTQ+

Una situazione questa che sta portando lo Stato del Montana in un oscuro futuro oscurantista non solo per la comunità transgender ma per tutti i cittadini democratici che credono nei diritti civili e nella libertà di essere se stessi.

Shawn Reagok del Montana Human Rights Network in merito all’ultima mossa anti-transgender del Governatore repubblicano Greg Gianforte: “Sono andati contro il parere di esperti di salute fisica e mentale, insegnanti, genitori e membri della comunità colpiti”.

Suggerisci una correzione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.