Il vero sesso di Winnie The Pooh

Il vero sesso di Winnie The Pooh

Uno dei più famosi orsetti al mondo in realtà è una femmina. 

Secondo il nuovo libro intitolato “Finding Winnie: The True Story of the World’s Most Famous Bear” scritto da Lindsay Mattick e illustrato da Sophie Blackall, svela la verità dietro la storia scritta da A.A. Milne e il suo personaggio principale, l’orsetto Winnie The Pooh.

Il libro della Mattick si basa sui racconti appresi dal suo bisnonno Harry Colebourn, veterinario canadese che durante il Primo Conflitto Mondiale si occupava di curare i cavalli feriti in battaglia.disney.wika.com_Winnie_The_Pooh

Un giorno il veterinario Colebourn, prima di salire in treno, notò un piccolo roso bruno legato a un palo e “Seguì il suo cuore e lo salvò” ed essendo di sesso femminile, decise di chiamarla “Winnie” in onore di Winnipeg (Canada) suo paese natale.

L’amicizia tra Colebourn e Winne divenne sempre più solida e durò fino a quando non dovette partire per la Francia e l’unica soluzione era di affidarla alla Zoo di Londra, separandosi per sempre.

Tra i tanti visitatori dello Zoo di Londra, un bambino di nome Christopher Robin si imbatté nell’orso e fu amore a prima vista.

Il piccolo Christopher Robin decise di cambiare il nome del suo orsetto di pezza da Edward a Winnie.

E il caso volle che il padre del piccolo Christopher Robin fosse lo scrittore A.A. Milne che si appassionò a tal punto all’orsetto “Winnie” che iniziò a scrivere le avventure che conosciamo e leggiamo ancora oggi.

L’autrice Lindsay Mattick afferma che in Canada la “Verità” su Winnie The Pooh è nota ma non nel resto del mondo: “C’è chi non sa che il personaggio di Winnie the Pooh è ispirato a un animale realmente esistito. Spero che le persone che lo amano capiscano che la storia che si nasconde dietro di lei è come quella di fantasia: meravigliosa” e pensare che in Polonia ritengono Winnie The Pooh un personaggio ermafrodito.

Fonte: Google News; Huffington Post Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.