Solo 36 ex-gay alla Freedom March anti-LGBT

Solo 36 ex-gay alla Freedom March anti-LGBT

Solo 36 ex-gay alla Freedom March anti-LGBT

Il 5 maggio scorso a Washington D.C. (Stati Uniti d’America) si è tenuta la Freedom March di ex gay ed ex trans, organizzata da Voice of the Voiceless (Organizzazione integralista cristiana statunitense) per promuovere le terapie riparative nei confronti delle persone gay e trans.

Secondo quanto riporta il sito ufficiale dell’organizzazione integralista cristiana Voice of the Voiceless: “Per troppo tempo gli ex omosessuali, le persone che hanno esperienza dell’attrazione per lo stesso sesso indesiderata (SSA) e le loro famiglie sono state marginalizzate e travisate” ed ecco il motivo della Freedom March.

I carnefici che si trasformano in vittime!

La Freedom March nonostante la massiccia condivisione attraverso i social ha fatto un clamoroso flop, infatti, si sono presentati solo in 36 tra cui Luis Ruiz.

Luis Ruiz è un superstite della strage del Pulse Nightclub di Orlando nel 2016, dove furono uccise 49 persone tra cui suoi amici e conoscenti. Dopo l’attentato, in cui è rimasto ferito, Luis Ruiz si è dichiarato ‘guarito’ dall’omosessualità grazie all’intervento di Gesù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.