Regno Unito da infermiere a OnlyFans

Regno Unito da infermiere a OnlyFans
Regno Unito da infermiere a OnlyFans

James Cowe da operatore sanitario inglese alla piattaforma OnlyFans dopo anni in prima fila e un aumento di stipendio dell’1%

Dopo 6 anni come operatore sanitario, il 23enne James Cowe ha completamente cambiato la sua vita approdando a tempo pieno nella famosa piattaforma online OnlyFans. Una decisione presa dopo l’annuncio del Governo di Boris Johnson di concedere dall’anno prossimo un aumento di stipendio dell’1% alla categoria degli infermieri.

‹‹ Con la pressione della pandemia di coronavirus che ha causato enormi quantità di tensioni a tutte le strutture sanitarie, mi sono sentito non apprezzato e in realtà insultato››.

James Cowe

Questo il pensiero di James Cowe dopo la notizia del misero aumento dello stipendio da parte del Governo di Londra.

Leggi anche >>> Lance Bass (ex NSYNC) aprirà il più grande nightclub gay

OnlyFans è una piattaforma di intrattenimento in abbonamento con sede nel Regno Unito che in questo periodo di lockdown ha visto aumentare la sua popolarità, anche tra molte stelle del cinema e della televisione internazionale. La sua principale caratteristica e popolarità sta nel fatto che i ‘creatori di contenuti’ non hanno limiti in fatto di censura, infatti, la maggiore parte dei contenuti è per adulti, anche se si possono trovare anche tutorial per tutte le età.

‹‹ Sono estremamente grato a OnlyFans perché sento che questo è potenzialmente l’inizio di un’esperienza che cambia la vita. Dopo aver lottato con una retribuzione così bassa nel settore sanitario, il futuro sembra ora molto più luminoso››.

James Cowe

In soli 22 giorni, il giovane ex infermiere è riuscito a guadagnare l’intero stipendio di un anno.

Leggi anche >>> Regno Unito, la banconota ‘Alan Turing’

James Cowe ha iniziato a lavorare come infermiere presso la struttura sanitaria privata della sua famiglia. Struttura che si occupava di accudire le persone malate di demenza.

‹‹ Ho iniziato a lavorare nel settore sanitario quando avevo 18 anni, originariamente per l’azienda di famiglia che era una casa privata per la cura della demenza dove lavoravo come assistente sanitario›› ha spiegato.

‹ Ho lavorato lì per due anni prima di passare a lavorare per un’altra casa privata che si prendeva cura della demenza avanzata e specializzata nell’assistenza di fine vita per gli anziani. Lavorare come assistente sanitario in questo settore a volte è estremamente gratificante, ma comporta anche pressioni e responsabilità molto elevate. Ho lavorato per un totale di sei anni nel settore sanitario e alla fine del mese ho trovato il carico di lavoro sempre più impegnativo ed estenuante per una paga molto bassa››.

James Cowe

Leggi anche >>> Vladimir Putin consolida il divieto di matrimonio gay

Suggerisci correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.