Latina Mare Ristorante caccia cliente Trans

Latina Mare Ristorante caccia cliente Trans

Latina Mare Ristorante caccia cliente Trans

Un caso di transfobia è accaduto, qualche giorno fa a Latina Mare. Atto denunciato dal Movimento Identità Trans –Associazione Onlus attraverso la propria pagina Facebook.

Massimina Lizzeri, donna trans, romana si è recata a pranzo in compagnia di una sua amica, presso un ristorante a Latina Mare per trascorrere qualche momento in tranquillità e allegria, dopo la giornata al mare.

Tranquillità interrotta dalla cameriera del locale che con fare gentile le ha cortesemente e in maniera velata, suggerito di lasciare il tavolo e andarsene causa abbigliamento non conformi a un luogo pubblico. Abbigliamento composto di pareo e calzoncini corti come altri clienti presenti, alcuni anche privi della maglietta.

Alla proposta delle 2 clienti di trasferirsi dalla sala interna a quella esterna, la proprietaria del locale è intervenuta aggredendo e insultando le 2 donne: “Sei uomo, donna, o frocio? Qui non vi vogliamo né dentro né fuori. Va via, vai al bordello”.

A quel punto, Massimina Lizzeri ha chiamato le forze dell’ordine e al tempo stesso hanno cambiato locale.

Chaty La Torre (Avvocato, attivista LGBT e membro della Segreteria Nazionale di Sinistra Italiana) ha fatto sapere che “Agirà legalmente ed è certa che anche le forze dell’ordine testimonieranno con quale transfobia si sono rivolti a Massimina”.

Questa estate 2017 si sta sempre più rivelando No Gay friendly tra proprietari di case per le vacanze che si rifiutano di affittare a gay, coppie gay e presunti sostenitori della fantomatica teoria gender alla chiusura forzata della scuola di danza Vanity Dance Studio a Roma (Zona Centocelle). Chiusa a causa delle minacce omofobe ricevute nell’ultimo periodo con atti di vandalismo (Scritte come ‘Froci via di qui’ e disegni osceni) nei locali della scuola di ballo e adesso il caso di transfobia a Latina Mare e chissà quanti altri casi non denunciati alle autorità.

Serve una Legge contro l’omofobia e transfobia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.