Il Papa va via, i fedeli bloccati in cimitero

Il Papa va via, i fedeli bloccati in cimitero

La messa celebrata dal santo Padre presso il cimitero romano di Prima Porta, si è trasformato per i fedeli presenti alla funzione in una serata da dimenticare.

Il 2 novembre ricorrenza dei defunti, Papa Francesco si è recato presso il cimitero Prima Porta per celebrare una messa, iniziata puntualmente alle ore 16e00 e terminata dopo 1 ora e fin qui nulla di strano se non fosse, come riporta l’AdnKronos che i fedeli dopo aver ricevuto la benedizione del Papa si sono recati verso l’uscita del cimitero, trovandola chiusa.

Un zelante addetto del cimitero romano Prima Porta ha stranamente rispettato l’orario di chiusura, fissato per le ore 17e00, lasciando senza parole e prigionieri i fedeli.

cimitero-flaminio-1

A quel punto la soluzione per i fedeli prigionieri era di camminare in direzione della seconda uscita, distante quasi 1 chilometro tra stradina interna ed esterna e completamente al buio.

Un percorso non proprio facile per i fedeli più anziani ma grazie a 2 navette che avevano appena terminato il loro percorso e grazie soprattutto agli autisti, i fedeli sono stati trasportati verso l’uscita aperta da dove sono poi potuti tornare a casa.

Alla fine la messa era terminata ma solo per il Santo Padre e le autorità presenti alle celebrazioni per la giornata di commemorazione dei defunti per i fedeli dopo qualche ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.