Gli effetti della Coca Cola sul nostro corpo

Gli effetti della Coca Cola sul nostro corpo

La bevanda analcolica più famosa al mondo, la Coca Cola ha da sempre avuto i suoi sostenitori e i suoi detrattori ed essendo in un mondo libero, ognuno è libero di pensarla come vuole ma che cosa succede quando beviamo una lattina di Coca Cola?
Come reagisce il nostro corpo a quella frizzante bevanda color caramello?
Nel blog “The Renegade Pharmacist”, curato dal medico britannico Niraj Naik, ha descritto gli effetti della bevanda analcolica nel nostro corpo dopo un’ora dalla sua assunzione.
1) Primi 10 minuti: Ingeriamo 10 cucchiaini di zucchero, il 100% della dose quotidiana consigliata. Non si vomita immediatamente, solo grazie all’acido fosforico che modifica il sapore, consentendoci di bere senza problemi.

2) 20 minuti dopo: Impennata dell’insulina, grazie allo zucchero che nel sangue raggiunge il suo picco maggiore. A questo punto il fegato, trasforma ogni zucchero in grasso.

Lattina
Lattina
3) 40 minuti dopo: L’assorbimento della caffeina da parte del nostro corpo è portato a termine. Pupille dilatate, aumento della pressione sanguigna che fa scaricare nel sistema circolatorio più zuccheri da parte del fegato. In azione i recettori per l’adenosina nel cervello per cercare di combattere la sonnolenza.
4) 45 minuti dopo: L’organismo aumenta la produzione di dopamina che stimola i centri del piacere che si trovano nel cervello. Lo stesso procedimento in cui funziona l’eroina.
5) 1 ora dopo: All’interno dell’intestino l’acido fosforico si lega al calcio, al magnesio e allo zinco provocando un’accelerazione del metabolismo mentre le alte dosi di zuccheri aumentano anche l’escrezione urinaria di calcio.
6) A questo punto entrano in gioco le proprietà diuretiche del caffè che faranno espellere il calcio, il magnesio e lo zinco. Sostanze destinate alle ossa.
7) Terminata l’eccitazione, inizierà il crollo della glicemia, facendo diventare il soggetto irritabile o apatico. A questo punto l’organismo avrà eliminato anche tutta l’acqua contenuta nella lattina ma prima che il corpo sia riuscito ad assorbire i validi nutrienti essenziali per tenere il sistema idratato o per rafforzare le ossa e i denti.
Nel suo blog “The Renegade Pharmacist” il dottor Niraj Naik: “Una delle cose che mi ha sempre sorpreso da quando lavoro come farmacista è perché alcune persone continuino a prendere peso nonostante una dieta povera di grassi. Dopo aver visto molti soffrire di malattie collegate all’obesità come problemi di cuore, diabete o gli effetti collaterali dei medicinali, ho deciso di scoprire cosa rende questi individui grassi, visto che il grasso non deriva da ciò che mangiano”.

Lattina_Coca
Lattina_Coca
Sempre secondo il dottor Niraj Naik il maggior pericolo per la salute si cela dietro lo “sciroppo di glucosio fruttosio” (High Fructose Corn Syrup), che viene utilizzato nella fabbricazione di molte bevande zuccherate e anche nelle merendine industriali.
Le persone che seguono il mio consiglio di limitarne l’assunzione mi dicono di sentirsi molto meglio e di aver perso peso. In molti casi, chiedo di rimpiazzare bevande come la Coca Cola con acqua naturale (magari con un po’ di limone per darle sapore) o con il tè verde. Consiglio anche di utilizzare dolcificanti naturali. I risultati sono notevoli. Ma ci sono 1,6 miliardi di bottiglie di Coca Cola vendute ogni giorno nel mondo. Nonostante non abbia un contenuto così alto di sciroppo di glucosio fruttosio, la Coca Cola contiene caffeina e sali raffinati. Il consumo regolare di questi ingredienti, soprattutto in dosi massicce, può aumentare il rischio di obesità, diabete, malattie cardiache e pressione alta”.
Questi i consigli del dottor Niraj Naik e per ultimo: “Se volete bene al vostro cuore e alla vostra mente ricordate queste informazioni la prossima volta che comprerete una lattina di Coca Cola”.
Fonte: Google News; Huffington Post Italia; Verosimilmente Vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.