Francia, Grindr sponsorizza squadra di rugby

Francia, Grindr sponsorizza squadra di rugby
Francia, Grindr sponsorizza squadra di rugby

Grindr, l’app di incontro gay ha fatto il suo ingresso ufficiale nel rugby transalpino con la squadra del Biarritz Olympique

La prossima stagione, il club francese di rugby del Biarritz Olympique Pays Basque Rugby Club scenderà in campo con impresso nelle divise il logo del loro nuovo sponsor, Grindr. La famosa applicazione per incontri gay ha ufficializzato l’accordo di sponsorizzazione della durata di 4 anni, in cui il club riceverà un milione di euro per ogni anno di sponsorizzazione.

Leggi anche >>> Londra 2022 e la prima conferenza internazionale LGBTQ+

Il Biarritz Olympique Pays Basque Rugby Club nasce nel 1913 e nella sua storia sportiva ha conquistato 5 titoli nazionali (1934/35, 1938/39, 2001/02, 2004/05 e 2005/06) poi 2 Coppe di Francia (1936/37 e 1999/2000) e 1 Challenge Cup nel campionato 2011/12. In questo periodo milita nella Pro D2, Campionato di seconda divisione di rugby a 15. E adesso questa sponsorizzazione ‘Rainbow’.

Nella nota ufficiale, possiamo leggere: “Il club si è apertamente dichiarato contrario all’omofobia e si è impegnato insieme a Grindr a continuare il suo lavoro per aumentare l’inclusività e l’accettazione nella lega e nel rugby in generale. Grindr for Equality è una missione in continua evoluzione per aiutare le persone LGBTQ + in tutto il mondo. Le nostre iniziative ad ampio raggio hanno un impatto sulle comunità grandi e piccole, su questioni che contano come sicurezza, salute sessuale, advocacy e altro ancora”.

Leggi anche >>> Italia omofoba, l’ultimo caso a Manfredonia

Secondo quanto riportato da Gay.it, il club francese non è nuovo a queste iniziative a favore dei diritti delle persone LGBT e contro l’omotransfobia, infatti, a maggio ha condiviso: “La LNR chiede la fine della discriminazione contro le persone LGBTQ +, causa che teniamo a cuore. Continueremo a portare avanti i valori universali del rugby che sono uguaglianza, rispetto e solidarietà”.

Leggi anche >>> Pride New York City vietato agli agenti di polizia

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.