Brexit e LGBTI. Possibile aumento dei crimini di odio?

Brexit e LGBTI. Possibile aumento dei crimini di odio?

Brexit e LGBTI. Possibile aumento dei crimini di odio?

La Brexit oltre a sancire il divorzio tra il Regno Unito e l’Unione Europea, potrebbe portare in dote un aumento dei crimini di odio nei confronti dei cittadini LGBTI britannici e stranieri.

L’allarme è stato lanciato dall’Ispettorato di Polizia di Sua Maestà (HMIC) attraverso l’ultimo rapporto. Rapporto che rende evidente l’incremento dei crimini di odio avvenuto proprio durante il referendum sulla Brexit del 2016 e andando avanti nella lettura, si prospetta un successivo aumento dei casi una volta ufficializzato il divorzio tra Regno Unito e Unione Europea (Fine marzo 2019).

Il rapporto afferma inoltre che “le forze di polizia dovrebbero prepararsi a questa eventualità”.

Le cifre rese note nel dossier dell’Ispettorato di Polizia di Sua Maestà mostrano di un incremento del 57% dei reati di odio (Reati contro LGBTI, fede religiosa e razza) tra il 2014-2015 e il 2016-2017. Un aumento da non sottovalutare anche se i crimini di odio rappresentano il 2% della totalità dei crimini del Regno Unito.

Una volta sancito l’addio del Regno Unito dall’Unione Europea quanti e quali diritti civili LGBTI resteranno in vigore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.